Tesina OSS: consigli su come scriverla

di Redazione

La tesina per l’OSS (Operatore Socio Sanitario) rappresenta un momento cruciale per la valutazione delle competenze acquisite durante il percorso formativo. È un’opportunità per mettere in evidenza le proprie conoscenze, capacità e esperienze nel campo dell’assistenza socio-sanitaria. In questo articolo, forniremo consigli e suggerimenti pratici su come sviluppare una tesina OSS efficace, che ti permetterà di presentare al meglio i tuoi risultati.

Introduzione

Prima di iniziare a elaborare la tua tesina, è importante comprendere l’obiettivo e la struttura richiesta. La tesina dovrebbe fornire una panoramica completa delle tue competenze, evidenziando le conoscenze teoriche e pratiche acquisite durante il corso di formazione. Inoltre, dovrebbe dimostrare la tua capacità di applicare tali conoscenze in contesti reali di assistenza.

Identificazione dei temi principali

La prima fase nella creazione della tesina OSS è l’identificazione dei temi principali su cui focalizzarsi. Ecco alcuni argomenti che potresti considerare:

Scelta dell’argomento

La scelta dell’argomento è fondamentale per la riuscita della tua tesina OSS. Scegli un tema che ti interessi e che sia rilevante per la professione di Operatore Socio-Sanitario. Ecco alcuni suggerimenti per selezionare un buon argomento:

  • Identifica le aree chiave della professione OSS che ti appassionano.
  • Considera gli aspetti attuali e le sfide del settore socio-sanitario.
  • Scegli un argomento che ti permetta di approfondire competenze specifiche dell’OSS.

Competenze e abilità acquisite

Elenca le principali competenze e abilità che hai sviluppato durante il corso di formazione. Ad esempio:

  • Assistenza agli anziani e alle persone con disabilità.
  • Igiene e sicurezza nell’ambiente di lavoro.
  • Somministrazione di farmaci e assistenza sanitaria di base.
  • Comunicazione efficace con i pazienti e le loro famiglie.

Esperienze pratiche significative

Descrivi le tue esperienze pratiche più significative durante il corso di formazione. Puoi menzionare situazioni specifiche in cui hai applicato le tue competenze e affrontato sfide specifiche. Ad esempio:

  • Assistenza domiciliare a una persona anziana con patologie croniche.
  • Collaborazione con un team multidisciplinare in un centro di assistenza.
  • Gestione delle emergenze mediche in modo efficace ed efficiente.

Organizzazione e struttura della tesina

La seconda fase consiste nell’organizzare e strutturare la tesina OSS. Ecco alcuni consigli utili:

Introduzione

Nell’introduzione, presentati brevemente e spiega lo scopo della tesina. Puoi iniziare con una citazione o un’aneddoto che catturi l’attenzione del lettore e lo inviti a continuare la lettura.

Sviluppo

Nello sviluppo, dividi la tesina in sottosezioni che corrispondono ai temi principali identificati nella sezione precedente. Assicurati di fornire informazioni dettagliate, utilizzando esempi concreti e situazioni reali per illustrare le tue competenze e abilità acquisite.

Per esempio io scelsi, tra le quattro unità che comprendeva il nostro programma, degli argomenti che più o meno si collegavano tra di loro. Ad esempio se scegli come sottosezione “ Assistenza al paziente adulto durante i pasti” della sezione “ Assistenza alla persona” potresti collegarlo con la sottosezione “ I disturbi dell’alimentazione” nella sezione “Competenze psicosociali”.

Presentazione e stile

La terza fase riguarda la presentazione e lo stile della tesina OSS. Ecco alcuni suggerimenti:

Formattazione e struttura

Utilizza una formattazione chiara e coerente per facilitare la lettura e la comprensione della tesina. Utilizza titoli, sottotitoli, paragrafi e elenchi puntati per organizzare il contenuto in modo logico e ben strutturato.

Linguaggio e stile

Scegli un registro comunicativo formale, utilizzando un linguaggio chiaro e professionale. Evita l’uso di gergo tecnico e assicurati di spiegare eventuali termini o concetti complessi. Mantieni uno stile neutrale e obiettivo, evitando espressioni personali o emotive.

Conclusione

Nella conclusione, riassumi brevemente i punti chiave trattati nella tesina e sottolinea l’importanza delle tue competenze e esperienze nell’ambito dell’assistenza socio-sanitaria. Concludi con una riflessione personale sull’importanza di continuare a migliorarsi e aggiornarsi nel campo.

La commissione sicuramente ti fermerà durante il tuo discorso facendoti delle domande su un argomento o una cosa che hai citato, oppure lascerà correre e ti farà parlare. Nel mio esame orale, parlai poco della tesina e mi fecero domande su le leggi, alcune collegate anche alle tesine degli altri due colleghi al mio fianco e mi fecero una domanda sull’assistenza al paziente post mortem. Questo per farti capire che si la devi sviluppare bene la tesina, ma dipende anche dalla Commissione esaminatrice come si comporta con te.

Conclusioni

Creare una tesina OSS efficace richiede tempo, organizzazione e cura dei dettagli. Seguendo i consigli e i suggerimenti presentati in questo articolo, sarai in grado di sviluppare una tesina di successo che mette in risalto le tue competenze e capacità nell’assistenza socio-sanitaria. Ricorda di dedicare il tempo necessario per la pianificazione, l’organizzazione e la revisione della tesina, in modo da presentare un lavoro accurato e professionale. Buon lavoro!

12 commenti

  1. Sto facendo stage preso clinica ortopedica. Mi date qualche input su tesina da sviluppare?
    Sono alquanto confusa e non so da dove iniziare.
    Grazie Elza

  2. buon giorno io ho fatto una tesina su ruolo del oss nella ambulazione pero no so cosa devo scrivere nella presentazione del lavoro nella tesina personale,grazie.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le informazioni fornite su questo sito web sono puramente informative e non sostituiscono in alcun modo il parere o la consulenza di un esperto. Si consiglia sempre di consultare un professionista del settore per eventuali domande specifiche.

ALTRI ARTICOLI

Potrebbe interessarti anche...

LA NEWSLETTER DELL’OSS

Rimani aggiornato su news,
concorsi e molto altro!