La Procedura del Rifacimento del Letto Vuoto

di Redazione

Il rifacimento del letto vuoto è una procedura fondamentale nel contesto sanitario, in quanto assicura il comfort dell’assistito e garantisce l’igiene. In questo articolo esamineremo i passaggi necessari per eseguire correttamente la procedura del rifacimento del letto vuoto, fornendo consigli utili, informazioni sul materiale occorrente e la sequenza operativa.

Materiale occorrente

Per eseguire la procedura del rifacimento del letto vuoto in modo efficace, è necessario disporre il carrello per la biancheria sporca dei seguenti materiali:

  • Guanti monouso non sterili;
  • Sacchi per la raccolta per la biancheria sporca;
  • Lenzuola, coperta e federe pulite;
  • Traversa monouso;
  • Tela impermeabile (cerata).

Procedura del Rifacimento del Letto Vuoto

La procedura del rifacimento del letto vuoto può essere suddivisa nei seguenti passaggi:

Preparazione

Prima di iniziare assicurarsi che il paziente non sia al letto nel caso invitarlo a sedersi su di una sedia e informarlo della procedura.

Procedere al lavaggio sociale delle mani e indossare i guanti monouso. Far arieggiare l’ambiente aprendo la finestra. Preparare i sacchi per la raccolta della biancheria sporca e il carrello. Durante questa procedura il carrello non va mai portato all’interno della stanza di degenza, ma va lasciato fuori proprio per evitare il contagio da un paziente all’altro. Ciò che serve va pertanto preso al di fuori della stanza e dopo il suo utilizzo riposto nel carrello dello sporco per essere disinfettato correttamente o, se monouso, direttamente smaltito nei rifiuti speciali. Porre una sedia ai piedi del letto e quest’ultimo sollevarlo all’altezza di lavoro comoda.

Rimozione della Biancheria Usata

Rimuovere le lenzuola, la coperta, le federe, la traversa, la tela impermeabile, con cura per evitare di contaminare l’ambiente circostante. Inserire la biancheria sporca nei sacchi per la raccolta apposita. I capi riutilizzabili vanno piegati separatamente e appoggiati sulla spalliera della sedia. Rimuovere i guanti monouso, lavarsi le mani ed indossare i guanti puliti.

Rifacimento del Letto

Stendere il coprimaterasso e rincalzarlo bene, mettere il lenzuolo inferiore sul coprimaterasso e stenderlo bene. Rincalzare il lenzuolo inferiore sotto il materasso, alla testata e ai piedi del letto effettuate la piega ad angolo, in questo modo si consente di assicurare la biancheria a mantenere le lenzuola ben tese. (Personalmente ho eseguito questa tecnica a casa e funziona).

Posizionare la tela impermeabile (cerata) a circa 35 cm dalla testata del letto, che corrisponde all’altezza della zona lombare del paziente. Porre la traversa sulla cerata. Rincalzare la tela e la traversa sotto il materasso. Mettere il lenzuolo superiore sul letto posizionando l’orlo verso la testata del letto. Stendere il copriletto e ripiegare l’orlo del lenzuolo superiore sopra il copriletto, fare correttamente gli angoli del letto (fare una piega orizzontale o verticale sul lenzuolo a livello dei piedi per fornire spazio in più e prevenire che non si creino danni ai piedi del paziente. Aprire il letto, facilitando al massimo il ritorno al letto del paziente. Mettere la federa sul guanciale e posizionare quest’ultimo sul letto. Chiudere la finestra. Verificare che il sistema di chiamata sia funzionante e accessibile al paziente. Riordinare il materiale, togliersi i guanti, lavarsi le mani e segnalare eventuali anomalie (lenzuola macchiate di sangue, per esempio).

Considerazioni Finali

La procedura del rifacimento del letto vuoto deve essere eseguita con cura e attenzione per garantire un ambiente pulito e sicuro per il paziente. Ricordarsi di seguire le indicazioni fornite dalle autorità sanitarie competenti e di utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuale. Una procedura importante è rincalzare benissimo il lenzuolo inferiore, la pelle del paziente è sensibile facendo la procedura sbagliata andremo ad aumentare il rischio di lesioni da pressione.

Ecco di seguito un video informativo:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le informazioni fornite su questo sito web sono puramente informative e non sostituiscono in alcun modo il parere o la consulenza di un esperto. Si consiglia sempre di consultare un professionista del settore per eventuali domande specifiche.

ALTRI ARTICOLI

Potrebbe interessarti anche...

igiene ambientale ospedaliera

LA NEWSLETTER DELL’OSS

Rimani aggiornato su news,
concorsi e molto altro!