Lavaggio antisettico delle mani

di Redazione

Introduzione

Il lavaggio antisettico delle mani è una pratica fondamentale per prevenire la diffusione di germi e infezioni. Le nostre mani sono in contatto costante con diverse superfici e oggetti che possono essere veicolo di batteri, virus e altri microrganismi dannosi per la nostra salute. Il lavaggio antisettico delle mani utilizza prodotti specifici per eliminare questi microrganismi, proteggendoci da possibili malattie e dalle ICA (infezioni correlate all’assistenza). In questo articolo, esploreremo l’importanza di questa pratica e forniremo informazioni su come effettuare correttamente il lavaggio antisettico delle mani.

Importanza del lavaggio antisettico delle mani

Riduzione della diffusione di germi

Il lavaggio antisettico delle mani è un’azione efficace per ridurre la diffusione di germi. I nostri palmi e le nostre dita possono ospitare una grande quantità di microrganismi, provenienti da oggetti, superfici o persino dal contatto con altre persone. Lavarsi le mani con un prodotto antisettico aiuta ad ridurre o eliminare la flora transitoria e parte della carica microbica residente, riducendo così il rischio di contrarre malattie come raffreddore, influenza, gastroenterite e molte altre infezioni trasmissibili.

Prevenzione delle infezioni

Le infezioni possono essere causate da una vasta gamma di microrganismi patogeni. Il lavaggio antisettico delle mani è particolarmente importante in ambienti in cui la contaminazione è più probabile, come ospedali, cliniche, laboratori e cucine. Questa pratica può aiutare a prevenire la diffusione di infezioni nosocomiali (acquisite in ambiente ospedaliero) e a proteggere sia i pazienti che gli operatori sanitari, è bene sapere che in contesti come questi l’uso di bracciali, orologi e anelli, unghie lunghe e con smalto favoriscono la contaminazione e non riducono microrganismi patogeni.

Protezione individuale e collettiva

Il lavaggio antisettico delle mani non solo protegge l’individuo che esegue la procedura, ma anche le persone che lo circondano. Riducendo la presenza di germi sulle mani, si riduce la probabilità di trasferire tali microrganismi ad altre persone attraverso il contatto diretto o il tocco di superfici condivise. Questa pratica contribuisce quindi a preservare la salute della comunità nel suo insieme.

Tecnica corretta per il lavaggio antisettico delle mani

Durata del lavaggio antisettico

La durata del lavaggio antisettico delle mani è un aspetto importante per garantire l’efficacia della procedura. Si raccomanda di dedicare 90 secondi circa a questa pratica, garantendo un’adeguata copertura e frizione su tutta la superficie delle mani.

Prodotti da utilizzare

Per il lavaggio antisettico delle mani, è possibile utilizzare prodotti come il gel o la soluzione alcolica, contenenti almeno il 60% di alcol. Questi prodotti sono ampiamente disponibili in farmacie e supermercati. In alternativa, è possibile utilizzare un sapone antibatterico, creando una schiuma abbondante durante il lavaggio. Sia il gel alcolico che il sapone antibatterico sono efficaci nel combattere i germi e possono essere scelti in base alle preferenze personali.

Sequenza del lavaggio antisettico

Ecco una sequenza semplice per eseguire correttamente il lavaggio antisettico delle mani:

  1. Bagnare le mani con acqua tiepida.
  2. Applicare una quantità sufficiente di gel alcolico o sapone antibatterico sul palmo di una mano.
  3. Strofinare le mani insieme, assicurandosi di coprire tutte le superfici: palmi, dorso delle mani, pollici, spazi interdigitali, polsi, sotto le unghie.
  4. Frizionare energicamente per 90 secondi circa.
  5. Risciacquare abbondantemente le mani con acqua corrente.
  6. Asciugare accuratamente le mani con un asciugamano pulito o una salvietta monouso.
  7. Smaltire i rifiuti nell’apposito cestino.

Frequenza del lavaggio antisettico

Il lavaggio antisettico delle mani dovrebbe essere eseguito in determinati momenti chiave, come:

  • Prima di preparare o consumare cibi;
  • Dopo aver toccato rifiuti;
  • Dopo aver starnutito, tossito o soffiato il naso;
  • Dopo aver utilizzato il bagno;
  • Dopo essere stato in contatto con liquidi biologici;
  • Prima e dopo il contatto con il paziente e con ciò che gli sta attorno.

Inoltre, è sempre una buona pratica lavarsi le mani quando si ritorna a casa dopo essere stati in luoghi affollati o quando si è a contatto con persone malate.

Conclusioni

Il lavaggio antisettico delle mani è un’azione semplice ma potente per prevenire la diffusione di germi e infezioni. Seguire correttamente la tecnica descritta, utilizzando i prodotti appropriati, può proteggere sia noi stessi che le persone che ci circondano. Ricorda, dedicare pochi secondi del tuo tempo per lavare le mani può fare una grande differenza nella tua salute e nella sicurezza della comunità. Mantieni le mani pulite, proteggi te stesso e gli altri!


Nota: Questo articolo è a scopo informativo e non sostituisce il parere medico. In caso di dubbi o sintomi persistenti, consulta un professionista sanitario qualificato.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le informazioni fornite su questo sito web sono puramente informative e non sostituiscono in alcun modo il parere o la consulenza di un esperto. Si consiglia sempre di consultare un professionista del settore per eventuali domande specifiche.

ALTRI ARTICOLI

Potrebbe interessarti anche...

lavaggio intimo del paziente

LA NEWSLETTER DELL’OSS

Rimani aggiornato su news,
concorsi e molto altro!