Apparato Digerente: Conoscere l’Anatomia e le Funzioni

di Redazione

L’apparato digerente è un sistema complesso e vitale che svolge un ruolo fondamentale nella nostra salute. Attraverso una serie di processi meccanici e chimico-enzimatici, il sistema digerente rende gli alimenti ingeriti assimilabili dall’organismo. Questo articolo esplorerà l’anatomia e le funzioni dell’apparato digerente, offrendo una panoramica completa per il pubblico non esperto interessato a conoscere meglio il proprio corpo.

Informazioni Generali sull’Apparato Digerente

Il Ruolo dell’Apparato Digerente

Il sistema digerente svolge una serie di compiti fondamentali per il nostro benessere:

  • Assumere i nutrienti dai cibi.
  • Decomporre (digerire) gli alimenti in sostanze assimilabili.
  • Assorbire i nutrienti nell’organismo.
  • Elaborare i nutrienti per scopi energetici e strutturali.
  • Eliminare le sostanze di rifiuto e tossiche.

Principali Nutrienti Assunti

I nutrienti principali assunti attraverso il sistema digerente includono carboidrati, proteine, lipidi, sali minerali, vitamine e acqua. Questi nutrienti sono essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Anatomia dell’Apparato Digerente

Il sistema digerente è composto da varie parti anatomiche che collaborano per svolgere le funzioni digestive. Esse includono:

Il Tubo Digerente Reale

Il tubo digerente reale è il principale sito in cui avviene l’assunzione, la digestione e l’assorbimento dei nutrienti. Include la bocca, la faringe, l’esofago, lo stomaco, l’intestino tenue e l’intestino crasso.

Organi Aggiuntivi

Oltre al tubo digerente, ci sono alcuni organi aggiuntivi che giocano un ruolo chiave nell’elaborazione dei nutrienti, tra cui il fegato, le vie biliari e il pancreas.

La Bocca

Funzioni della Bocca

La bocca svolge un ruolo cruciale nel processo digestivo. Le sue funzioni includono:

  • Masticare il cibo.
  • Inumidire ed emulsionare il cibo attraverso la saliva.

La Saliva

La saliva, prodotta dalle ghiandole salivari, contiene sostanze come la ptialina (amilasi salivare) che inizia la digestione dei carboidrati, mucina con effetto lubrificante, e sostanze antibatteriche. La produzione di saliva è controllata dal sistema nervoso autonomo.

I Denti

I denti svolgono un ruolo fondamentale nella masticazione. Gli adulti tipici hanno 32 denti, ciascuno con diverse parti, tra cui smalto, dentina e polpa dentaria.

Anatomia della Bocca

La bocca comprende il palato, la lingua, la faringe, l’esofago, e alcune ghiandole salivari come le parotidi, sottomascellari e sottolinguali.

La Lingua

La lingua è un organo muscolare altamente mobile, essenziale per la formazione del bolo alimentare durante la masticazione. La lingua spinge il bolo verso la faringe e successivamente all’esofago.

La Faringe

La faringe ha il compito di far passare il bolo verso l’esofago ed è costituita da una membrana fibroelastica rivestita internamente dalla mucosa faringea e da muscoli faringei esterni.

L’Esofago

L’esofago trasporta il cibo dalla faringe allo stomaco attraverso un’onda peristaltica. Si chiude la glottide durante la deglutizione per prevenire l’ingresso del cibo nella trachea. Tra l’esofago e lo stomaco, si trova lo sfintere cardias, che previene il reflusso del cibo.

Lo Stomaco

Lo stomaco è una sacca situata nell’addome ed è responsabile di diverse funzioni, tra cui la mescolanza del cibo, la digestione delle proteine e dei carboidrati, e la produzione di alcune sostanze necessarie per l’assorbimento successivo. Numerose ghiandole gastriche rivestono la superficie gastrica e secernono sostanze per svolgere queste funzioni.

Fasi della Digestione Nello Stomaco

La digestione nello stomaco avviene in tre fasi:

  1. Fase Cefalica: Stimoli psicologici inducono la produzione di saliva e acido cloridrico.
  2. Fase Gastrica: L’introduzione del cibo nello stomaco libera l’ormone gastrina, che stimola la produzione di HCl e pepsina.
  3. Fase Intestinale: Il cibo digerito si sposta nel duodeno, dove il pH diventa più acido, limitando la produzione di gastrina.

Il Duodeno

Nel duodeno, il cibo preparato nello stomaco si mescola con la bile dal fegato, gli enzimi digestivi dal pancreas, acqua e bicarbonato di sodio. Queste sostanze neutralizzano l’acidità gastrica. Nel duodeno si completa la digestione di proteine e carboidrati e inizia la digestione dei grassi. Inoltre, inizia l’assorbimento di molte sostanze nutritive.

L’Intestino Tenue

L’intestino tenue è suddiviso in digiuno e ileo, ed è responsabile dell’assorbimento di tutti i nutrienti, parte dei sali minerali, parte delle vitamine e della degradazione dei sali biliari. L’assorbimento avviene attraverso villi ricoperti da cellule con microvilli sulla superficie.

Il Colon

Il colon è l’ultima parte del tubo digerente ed è responsabile dell’assorbimento dell’acqua residua e dei sali minerali. Il materiale residuo, costituendo le feci, è espulso attraverso l’ampolla rettale, il retto e l’ano.

Ampolla Rettale e Retto

L’ampolla rettale funge da serbatoio per le feci e la distensione dell’ampolla rettale induce contrazioni per defecare. Questo processo è controllato dal sistema nervoso autonomo, mentre il muscolo dello sfintere anale è sotto il controllo volontario.

In conclusione, comprendere l’anatomia e le funzioni dell’apparato digerente è essenziale per mantenere una buona salute. Questo sistema complesso lavora instancabilmente per assicurarsi che i nutrienti necessari raggiungano il nostro corpo e che le sostanze di rifiuto vengano eliminate. La consapevolezza di come funziona il nostro apparato digerente può aiutare a prendersi cura di noi stessi e a fare scelte alimentari più informate.

Il video seguente è per comprendere al meglio l’argomento, ovviamente è un video che possono vedere anche i bambini, quindi non ci sono termini o concetti difficili, ma è spiegato molto bene.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le informazioni fornite su questo sito web sono puramente informative e non sostituiscono in alcun modo il parere o la consulenza di un esperto. Si consiglia sempre di consultare un professionista del settore per eventuali domande specifiche.

ALTRI ARTICOLI

Potrebbe interessarti anche...

LA NEWSLETTER DELL’OSS

Rimani aggiornato su news,
concorsi e molto altro!